MENZOGNE D’ITALIA, QUELLO SPORCO BUSINESS

Il solo fatto che il caso Emanuela Orlandi torni in prima pagina e negli strilli dei tg in concomitanza all’uscita di un best seller annunciato, mette una tristezza infinita. Il documento prescelto per il lancio editoriale non è né vero né falso, ma puzza di vero pur essendo una patacca.

Nel leggere la formula “Sua Riverita Eccellenza”, in una lettera rivolta a un cardinale, mi è tornata in mente la battuta sprezzante di Luchino Visconti, che mi raccontò un suo amico, dopo aver visto La Dolce Vita di Fellini: «Quella è la nobiltà come se l’immagina il mio cameriere». In questo caso il Vaticano visto da un lavapiatti cinese, che non è tenuto a sapere quanto “Sua Eccellenza Reverendissima” sia più appropriato di un “Riverita” da paese di servi, quale siamo.

Un paese che, da sempre, col dramma ci pasteggia a champagne e si diletta a danzare con la menzogna che, in questo caso, ha il bel viso da sventurata di Emanuela, una specie di Corradino di Svevia dell’Italia moderna. Il piccolo imperatore sedicenne fu decapitato a Castel dell’Ovo di fronte alla folla ammutolita. Lei uccisa mille e una volta, sui giornali alla tv nei libri al cinema, gettata in pasto a questo paese chiacchierone che non conosce né il pudore né la sobrietà, almeno quella, del silenzio.

Il portavoce Vaticano ha definito “falso e ridicolo” l’ennesimo “scoop” sozzo del sangue di una minorenne. Ma falsa e ridicola risuona più alta ancora la menzogna nel cuore della cristianità. Basti pensare alle migliaia e migliaia di altri reati pedofili commessi dai sacerdoti e coperti per secoli dalle autorità vaticane. Tutto per il timore di perdere potere e credibilità, negando ciò che di più sacro c’è in quella religione: la confessione, la misericordia, il perdono.

Dispiace che Francesco domenica prossima non spalancherà la finestra per arieggiare San Pietro e contagiare lo Stato confinante con una parola di verità su Emanuela. Di sicuro troverebbe, appostato a un’altra finestra, un cecchino per assassinarlo, o meglio ancora qualche domenica dopo, tanto per depistare, al termine di un discorso che non c’entrerebbe nulla ma su cui le tv potrebbero sbizzarrirsi ancora e ancora.

Può certamente darsi che, intrecciata alla vicenda della ragazza scomparsa, ci fosse la banda della Magliana, o che il papà di Emanuela dovesse essere “avvertito” di non azzardarsi a testimoniare ciò che sapeva del crack del Banco Ambrosiano e del “suicidio” di Roberto Calvi, il banchiere di Dio, sotto il ponte londinese dei Frati Neri, o che invece bisognasse zittire Alì Agca (tutto questo è  estremamente eccitante per il giornalismo folkloristico di casa nostra). Sta di fatto che la verità credo sia più arida e nuda.

Una ragazza sacrificata come un agnellino in una messa nera a sfondo sessuale celebrata da qualche mammasantissima della chiesa. Forse, chissà, era pure rimasta incinta. E visto che era cittadina vaticana, e non si poteva lasciar tornare a casa da mamma e papà a raccontare l’accaduto, l’avranno ridotta al silenzio in un prezzolato manicomio inglese, svuotandone la memoria fino alla morte.

Vero o no chi può dirlo? Soltanto Francesco, ormai.

Che parli allora, il Papa, invece di far muovere accuse di “falso e ridicolo” al suo “Riverito” portavoce.

La verità ci ha fatto battezzare cristiani ma la menzogna ci sta facendo morire italiani.

Un pensiero su “MENZOGNE D’ITALIA, QUELLO SPORCO BUSINESS”

  1. recentemente nelle Sale cinematografiche è uscito questo Film, basato su un Racconto di cui si era mai sentito parlare ”il grande Gigante gentile” [così tradotto in Italiano, ma il Titolo originale è ”big friendly Giant”, ”il grande Gigante amichevole”] https://www.bing.com/search?q=il+grande+gigante+gentile+&form=UP97DF&pc=UP97 che parla di Abusi di Bambini da parte di gruppi di Giganti [da interpretare] mentre c’è un Gigante [chi?] che lotta contro quelli e, favorevolmente all’Agape [quello vero, Amore universale, asessuato ed asessuale]: https://www.bing.com/search?q=il+grande+gigante+gentile+&form=UP97DF&pc=UP97 . Ringraziamenti di buon Cuore per un’Analisi di questi Giganti, chi potrebbero/dovrebbero rappresentare e specialmente, come emanciparsene [per ora si conosce solo la Dimensione filosofica che tutti ed ognuno dovrebbero/potrebbero abbracciare, riassunta nella ”Regola d’Oro dell’Etica”]; Saluti solari [Colori Arcobaleno], e terreni [Colori Natura], e bel Proseguo di Bene interiore più Forza esteriore a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *