LA BESTIA ACCERCHIATA COLPITA E AFFONDATA

Lo squalo che ha voluto trasformare un’elezione regionale in un plebiscito nazionale su se stesso, è finito vittima del proprio Ego onnipotente. Sognava imperiosamente di essere solo al comando e di divorarsi anche l’isola rossa, ma un branco di Noi lo ha circondato, colpito e affondato. È finita con 8 punti di distacco. L’Emilia-Romagna non si è fatta mordere dalla Bestia e ha rieletto il suo presidente Bonaccini a maggioranza assoluta (51,4%). Il pesce pilota dello squalo, la velleitaria Borgonzoni, si è spiaggiata (43,6%). Per una volta le furenti pinnate dello squalo (comprese quelle sui citofoni) gli sono tornate sul muso. Ha fatto bene Zingaretti a ringraziare le sardine. L’Italia era un oceano gelido. Grazie a loro, fra le onde è tornato a battere un cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.