18/04/2007

Con noi la fine del mondo è diventata una festa. L'ultima .
Il Funari-pensiero spiegato dall'ideatore del programma Diego Cugia
F.B.

Tutti insieme, "nel salone da ballo del Titanic, aspettando una fine - stavolta - annunciata, un iceberg che sappiamo quando impatterà". È questa, come racconta l'ideatore del programma, Diego Cugia (53 anni), l'idea di "Apocalypse Show", dal 28 aprile su Raiuno. "Fabio de Luigi" dice Cugia "sarà il giovane conduttore della festa dell'Apocalisse, incavolato nero per il fatto di essere appena approdato al successo, alla prima serata tv, e di veder svanire tutto per colpa della fine del mondo, annunciata per un'ora precisa dal Venerabile Funari, il grande vecchio".
La showgirl, Esther Ortega, chiamerà al telefono mamma e fidanzati, ci sarà chi ballerà e canterà (come da copione), ma senza nessuna speranza. Non resterà che aspettare il terribile momento, ascoltando le note dell'orchestra diretta da Savino Cesareo; oppure accogliendo i grandi ospiti nazionali e internazionali che lasceranno ognuno una testimonianza per non essere dimenticati.
"La stessa richiesta sarà rivolta al pubblico, che potrà" conclude Cugia "inviare sms al numero 48412 per comporre una classifica delle cose che salverebbe, e di scandire le sue ultime parole famose. Questo spazio sarà curato da Diego Parassole".
"Funari, ironico, istrionico e autoironico" conclude l'anima del radiofonico Jack Folla "sarà al contempo l'icona della tv di consumo e dovrà darle un calcio, creando il cortocircuito. Insomma, la Terra sta finendo e noi facciamo l'ultimo varietà".
Oltre a Diego Cugia, gli autori dello spettacolo sono Paolo Cananzi, Riccardo Piferi, Stefano Micocci, Claudio Fasulo e Flavio Soriga.